.

.

venerdì 16 novembre 2012

Charlotte alla Mela

C'è bisogno per forza di un motivo per fare un dolce?? No!!! Bé, in verità, per fare questo dolce un motivo c'è stato: che fare delle tonnellate di mele comprate  in un momento di sensi di colpa, in vista del Natale, con il buon proposito di non mangiare più... un bel dolce.... ahi!! Mi sa che il buon proposito deve ancora aspettare...




Mi ispiro alla ricetta di GialloZafferano, cambiando ovviamente qualcosa, non mi piacciono i liquori quindi non ho messo brandy, io ho usato un po' d'acqua,  e ho eliminato la cannella per insaporire le mele. Molto spesso mi vedrete fare riferimenti al sito, oltre a trovarci tutto, mi piace leggere le storie sui piatti.
 
Infatti della Charlotte di mele ci racconta che l'origine del nome è tuttora incerta: alcuni sostengono che derivi dalla somiglianza con la charlotte, termine francese che identifica una cuffia femminile dalla forma increspata; altri affermano che vi sia una correlazione tra la forma di questa cuffia e lo stampo da torta utilizzato per cuocerla. Molto simpatico, ma ecco qui gli ingredienti

 
Ingredienti:
 
70g di burro
50g di zucchero semolato
150g di confettura di albicocche
250g di savoiardi
150ml di latte
1 limone (scorza)
1 kg di mele renette
1 bustina di vanillina
 
Pulire le mele e tagliarle a fettine abbastanza sottili (2/3mm).
 
Metterle in padella a fuco basso, sciogliere 50g di burro e aggiungere lo zucchero, quindi grattugiare la scorza del limone (per necessità io ho aggiunto due cucchiai d'acqua.)
Devono diventare morbidissime e spappolarsi.
 
Rivestire con carta forno una tortiera di 18 cm precedentemente imburrata.
 
Tagliare  un' estremità dei savoiardi  e inzupparli nel latte, poi adagiarli tutt'intorno alla tortiera e sulla base (tenendo da parte quelli rimasti).
 
Unire la confettura alle mele e versare il composto nella tortiera.
 
Tagliare le parti dei savoiardi che eccedono così di averli di pari altezza e ricoprire con i savoiardi rimasti e sbriciolati unendoli con i 20g di burro avanzato.
 
Infornare a 180° per 30 minuti.
 
Sfornare, lasciare raffreddare e capovolgerla sul piatto da portata.
 
Consiglio: se volete potete cospargere la charlotte con confettura di albicocche.
 
 
 

Nessun commento:

Posta un commento